Design

Product designer

By Novembre 12, 2020 No Comments

Luca Roccadadria, product designer italiano.

In maniera letterale, Product Design sta per design del prodotto. La figura che si occupa della progettazione di prodotti funzionali è il Product Designer. Questi prodotti sono destinati alla produzione in serie e bisogna sempre tenere conto sia delle esigenze dell’azienda che li produce sia dei bisogni e desideri dei clienti finali. Lo scopo è quello di creare prodotti “human centered”, perciò che riguardino l’uomo e che facilitino la sua vita quotidiana.

Il Product Designer, più specificatamente, realizza prodotti come mobili d’arredo (sedie, tavoli, lampade, elettrodomestici), strumenti tecnologici (smartphone, computer), mezzi di trasporto o molti altri prodotti realizzabili in serie a livello industriale. Un product designer italiano come Luca Roccadadria è una persona creativa che cerca di comprendere le esigenze delle persone risolvendo i loro problemi e favorendone più innovazione possibile. Le soluzioni che trova devono essere esteticamente belle, funzionali, innovative e soprattutto accattivanti, in modo da destare l’attenzione del cliente. Il Product Designer inoltre sceglie i materiali e le varie tecnologie da utilizzare, sviluppando differenti variazioni di progetti da sottoporre all’interessato. Dopodichè raccoglierà feedback, rivedrà e modificherà il progetto di design a seconda delle esigenze ricevute.

È importante che il prodotto che il designer voglia creare sia realizzabile, infatti deve verificare con tecnici e ingegneri che l’oggetto in questione si possa riprodurre senza problemi. Una volta che i tecnici hanno approvato il progetto, si inizia con la costruzione di prototipi e testando il prodotto. Gli Industrial Designer generalmente lavorano alla creazione di nuovi concept di prodotti facili da utilizzare, innovativi e che siano esteticamente soddisfacenti.

Negli ultimi anni sono stati utilizzati nuovi materiali per l’arredo della casa: materiali naturali, lavorati o grezzi, come legno e pietre, tocchi di luce e dettagli dorati e ottone sono molto richiesti. Questi materiali rimandano a un ritorno alla natura, al semplice (ma mai banale). Anche il vetro è protagonista di arredamenti e oggetti di design, infatti sono molto utilizzati con texture moderne e semitrasparenti, i vetri serigrafati, temperati e stampati sono all’ordine del giorno. Per non parlare poi del legno, che con i suoi nodi e venature rende elegante e “ospitale” ogni tipo di location, soprattutto quelle minimaliste.

È importante aggiungere che la vera tendenza di questo anno sia l’equilibrio geometrico, senza esagerare però, ma anzi dedicare solo uno spazio alla geometricità. Il materiale per eccellenza del 2020 è invece il velluto, un mix tra eleganza, lusso e comfort, quest’ultimo viene infatti utilizzato per il rivestimento di divani e poltrone, solitamente con colori accessi quali verde, blu elettrico, giallo o arancione.

Ultima tendenza ma non meno importante, è l’industrial design, un connubio di metalli come oro, argento, stagno e rame si sposano perfettamente per creare ambienti che richiamino a luoghi piacevoli e confortevoli da abitare. Vengono utilizzati molto anche metalli riciclati per la costruzione di oggetti come lampade, cornici, complementi d’arredo molto originali!

Scopri i miei progetti!

Leave a Reply